13 Settembre 2020 Giandomenico Allegri

Pomeriggio con Andrea Orlando, vicesegretario nazionale del Partito Democratico – transizione ecologico tecnologica e visione strategica per il Veneto

Oggi è venuto a Verona Andrea Orlando, vicesegretario del Partito Democratico, a sostenere il partito e la mia candidatura.
Ricordando la vittoria del governo nel convincere l’Europa a non lasciarci soli, con Orlando abbiamo condiviso la necessità di applicare una strategia chiara a livello regionale, per utilizzare quei fondi sulla transizione ecologico tecnologica e sulla lotta alle disuguaglianze.
La mancanza di visione strategica in Regione sarà un grave danno, e lo è già da oggi.
Lo dimostra l’isolamento di Verona rispetto alle scelte di Palazzo Balbi, che si fermano sempre fra Treviso, Vicenza, Padova e Venezia.
Il centrodestra parla tuttora di opere, su Verona, che non sono mai state realizzate.
E quando parla di sanità nega l’evidenza di un asse sempre più spostato verso il privato: nei giorni scorsi ho raccolto le testimonianze dell’ospedale di Legnago, ad esempio, dove a ora solo due sale operatorie su dieci stanno funzionando e solo in due giorni su sette c’è disponibilità di anestesisti.
Alla conferenza sul Liston hanno partecipato anche il senatore Vincenzo D’Arienzo e l’onorevole Gianni Dal Moro.