5 Settembre 2020 Giandomenico Allegri

La mia adesione all’appello dei giovani federalisti europei

L’Europa e una mano tesa che non possiamo ignorare.

Aderisco all’appello dei giovani federalisti europei perché senza Europa anche il Veneto non va da nessuna parte: un intergruppo federalista in consiglio regionale formato da realtà trasversali darebbe più forza a chi crede nell’UE, nel principio di sussidiarietà, e sa quanto si possa fare per il territorio veneto tramite i fondi di Bruxelles.

La pandemia di Covid-19 ha dimostrato quanto sia necessario rivedere la distribuzione delle competenze politiche, economiche e sanitarie tra i livelli regionale, nazionale ed europeo: non esiste un’efficace soluzione a uno shock di queste dimensioni senza il coinvolgimento del livello continentale.

Da soli non possiamo andare avanti. L’Italia sta per ricevere 270 miliardi di contributo, una parte a fondo perduto e l’altra a tassi d’interesse ridotti.

Palazzo Balbi dovrà analizzare e individuare le priorità del Veneto e un intergruppo federalista permetterebbe alla Regione di coordinarsi ancora meglio in rapporto all’Europa e alla gestione dei fondi che arriveranno.